Blog: http://iosonolaico.ilcannocchiale.it

Lettera sulla Chiesa: la sua speculazione a Colonia

Caro direttore, riapre a Colonia la fiera cattolica delle indulgenze di un tempo. Ratzinger spera di continuare indisturbato ad instillare metodicamente il senso della colpa nei giovani in maniera da poter poi perdonare mediante riti secolari. Elargire indulgenze significa assolvere i peccati. Questi, dunque, devono esserci e se non ci sono bisogna inventarseli. Le ragazze ed i ragazzi devono sentirsi oppressi dai propri presunti peccati altrimenti a lui (al pontefice) tocca cambiare mestiere. L'istituzione dell'indulgenza, inoltre, non aiuta a crescere perché deresponsabiliza, dando l'illusione che gli errori eventuali si possano cancellare per magia, saltando a pie' pari l'analisi delle cause del comportamento dannoso. Si è veramente maturi, cioè salvi, quando si impara ad analizzare sé stessi. La Chiesa ha bisogno che si commettano peccati perché, senza i peccati da perdonare con le indulgenze, non ha più ragione di esistere: non ha più mercato, non ha più potere sulla piazza.

Antonio de Angelis
prete sposato
Sanremo Poggio (Im)

da Liberazione di oggi

Pubblichiamo questa interessnte lettera, dalla pagina della posta del quotidiano Liberazione. Non c'è bisogno d'aggiungere altro. Si rifletta su queste parole, pronunciate da uno che certo ateo non può definirsi: questo blog si chiama iosonolaico, avevamo il dovere di farvi sapere un punto di vista così toccante, laico.


il capo della Chiesa (foto financial times deutchland)

Pubblicato il 16/8/2005 alle 19.38 nella rubrica Laicità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web