Blog: http://iosonolaico.ilcannocchiale.it

Il dibattito dentro Rifondazione: primarie sì, primarie no (2a parte)

Tante volte, vedi vicenda della Costituzione Europea in Francia, un partito ha visto varie correnti al suo interno lottare su posizioni diverse ma comunemente importanti: impariamo, anche perchè votare quel partito vuole inevitabilmente dire avere più possibilità di cambiare la società.
E perchè non farlo in maggioranza? All'interno di un gruppo di partito che hanno (chi più chi meno) tutti lo stesso scopo: far dimenticare Berlusconi. Più volte il leader comunista s'è espresso su questo punto: non bisogna cambiare l'Italia, fra un anno, solamente in maniera anti-berlusconiana. Ma bisogna, aggiungo io, farlo pensando ad un programma di sinistra.
E solamente facendo entrare Rifondazione all'interno del governo post-Cdl si riuscirà ad essere un po' più zapateristi e meno blairiani. Il rischio è di accompagnare l'Italia ad un bivio: destra o sinistra. Ad oggi, senza Rifondazione, potrebbe ancora scegliere la prima opzione. Perchè rischiare?
Perchè non provare a cambiare questa alleanza, a spostare le linee di percorso verso il lato "alternativo" della politica? Si tratta di sconfiggere questo luogo comune: perchè Rifondazione entra benissimo nelle maggioranze locali, amministrative (regionali, provinciali, comunali) e nessuno (o pochi) storce il naso, mentre se si propone la cosa a livello nazionale, casca il mondo?
Basta guardare l'esempio della Sardegna, del governatore Renato Soru: chi avrebbe mai detto che un ex imprenditore avrebbe fatto una politica di sinistra? Con il PRC a "vigilare" sui lavori della maggioranza in Consiglio, sono state fatte delle scelte. Che, politicamente, giudicate voi se di sinistra o destra: la lotta contro il governo, per scacciare dall'Isola le servitù militari, le basi americane. La scelta di difendere l'ambiente con la legge salva coste...
E' questo, forse ho scritto troppo sugo in una pentola non gigantesca, che bisogna analizzare: come possibile astenersi, quando si ha la possibilità di lottare più concretamente per i propri ideali, sogni? Una buona percentuale per Bertinotti alle Primarie: spingere più a sinistra il programma dell'Unione.

Pubblicato il 14/8/2005 alle 20.23 nella rubrica Primarie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web