Blog: http://iosonolaico.ilcannocchiale.it

L'Italia a picco, e Berlusconi sorride

Abbiamo visto, e non stranamente: i sorrisi arcoriani di fronte alla mini-crescita del Pil, vengono presi a schiaffi di fronte al dato del debito pubblico, e soprattutto quello dell'inflazione. E dire che il "basso aumento del costo della vita" doveva essere uno dei punti forti di questo governo...
La situazione, dai media nostrani, viene presentata tuttavia solo dal punto di vista del Pil. Dopo questa minuscola (e sospetta) crescita del dato, ecco editorialisti e opinionisti (stampati/televisivi) i interrogarsi, da destra o sinistra, sulla verità di questo dato. Viene invece presentato quello dell'inflazione, a 24 ore di distanza, e se ne accorgono in pochi. E la sinistra fa poco per dare la spallata decisiva all'uomo che "s'è fatto da solo". Berlusconi dico.
Succede un po' la stessa cosa che successe dopo i ballottaggi alle amministrative di maggio, ricordate? La Cdl, sconfitta nel nord-Sardegna (tant'è che l'Unità titolò "(Berlusconi)non vince neance in Costa Smeralda) e in altre zone fondamentali. Essa invece a Catania, ed ecco che parte la "riscossa del centro-destra". Con l'Unione che, dopo la scorpacciata delle regionali, si complica la vita da sola: "Catania sarà decisiva".
Come decisiva? Hai vinto in 13 regioni un mese fa, e reputi e mostri una città (con tutto il rispetto per Catania) "decisiva"? Allora sei proprio uno che si da la zappa sui piedi. Poco furbo.
Frattanto, a Catania hanno vinto loro. Ma l'informazione "ventenniale" che si vive sotto questa maggioranza ha dato il massimo in occasione della vittoria destroide a Bolzano: ai ballottaggi, per soli sette (dico sette!) voti. E la destra, tutta riunitasi nel capoluogo di provincia del nord, ad esultare per la rincorsa. Ma come? La sinistra (centro) ha vinto 13 regioni e parecchie provincie, e l'informazione per due vittoria piccole-così della destra parla di "riscossa"?
Il bello è che dopo pochissimo, la maggioranza di Bolzano è caduta, perchè semplicemente, dato il triste e ambiguo gioco del ballottaggio, non era davvero maggioranza. Mitico proprio. Ma la stampa ne ha parlato? Dico della caduta di questo governo provinciale, amministrativo?
Ovviamente no. E mi chiedete ancora se esista o meno il regime mediatico?
E' impossibile negarlo, e il silenzio della TV di fronte alla sconfessione (seppur da prendere con le molle, importante) che S&P ha fatto di Berlusconi e soci, alla crescita dell'inflazione e al fallimento dei governi di centro-destra, ne è la prova più evidente.

Pubblicato il 13/8/2005 alle 10.33 nella rubrica Corsivo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web