Blog: http://iosonolaico.ilcannocchiale.it

S'è riunito l'Associazione Luca Coscioni: novità

Si è riunito a Roma il 22 e 23 luglio il Consiglio Generale dell'Associazione Luca Coscioni. La prima giornata, dopo le relazioni del Segretario Marco Cappato, del Tesoriere Maurizio Turco e l'intevento del Presidente Luca Coscioni, ha avuto come tema centrale il dibattito su Legge 40 e le possibili azioni giudiziarie e di disobbedienza civile. Sono intervenuti tra gli altri, in questa prima fase, Roberto Giachetti, Pasqualina Napoletano, Daniele Capezzone, Lanfranco Turci, Rita Bernardini, Marco Pannella e Gavino Angius che, neo iscritto all’associazione, ha inviato un saluto scritto al consiglio. | la prima giornata in audiovideo

Nella seconda giornata si è discusso il piano di azione per la convocazione del Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica entro i primi mesi del 2006 e le battaglie per la libertà di ricerca anche a livello transnazionale. La sessione è stata aperta dalla relazione di Gilberto Corbellini, seguito dagli interventi di Emma Bonino e Marco Perduca. Hanno poi preso la parola i professori Elena Cattaneo, Piergiorgio Strata, Piergiorgio Donatelli, Antonino Forabosco. | la seconda giornata in audiovideo

La Mozione approvata dal Consiglio Generale impegna gli organi a:
- raccogliere 50.000 euro entro metà ottobre per la convocazione del Congresso Mondiale
| come versare un contributo;
- predisporre azioni di disobbedienza civile sulla legge 40/2004;
- concorrere con Radicali Italiani alla realizzazione di un piano politico con i Socialisti Democratici Italiani in vista delle elezioni politiche 2006;
- promuovere una campagna di iscrizioni tra i parlamentari (100 parlamentari entro novembre 2005);
- promuovere il rilancio della ricerca italiana, sia in termini di entità degli investimenti che di criteri di assegnazione alla ricerca e sull’abolizione o una profonda riforma della legge 40.
| leggi la mozione generale

Notizie staminali dal mondo*
Al Senato Usa il capogruppo Repubblicano contro la Casa Bianca

Il capo dei senatori repubblicani, Bill Frist, ha deciso di appoggiare la legge gia' passata al Congresso alla fine di maggio e ora al vaglio del Senato che chiede di ampliare i fondi federali a sostegno della ricerca con le staminali embrionali contro quei limiti e quelle restrizioni volute dal presidente George W. Bush. In un intervento in aula del 29 luglio il senatore del Tennessee ha detto che mantenere la decisione della Casa Bianca di limitare i fondi federali la ricerca alle sole linee di staminali embrionali create entro la data del 8 agosto 2001 puo', "col tempo, ritardare la nostra capacita' di portare i nuovi trattamenti potenziali per determinate malattie". Frist e' cardiologo e percio' competente in questioni mediche, con il suo spostamento potrebbe creare le condizioni per cui anche al Senato riesca a passare la legge che abolisce i limiti federali. Se poi si aggiunge che Frist e' anche uno dei possibili candidati per la Casa Bianca del 2008 si comprende come questa mossa sia in grado di modificare completamente gli assetti e le posizioni fino ad oggi assunte dai due schieramenti. Commentatori e analisti concordano nel ritenere che Frist con questa mossa si e' perso il consenso della destra conservatrice, anche se in cambio potrebbe guadagnare favori al centro tra i moderati. La legge gia' passata al Congresso (H.R. 810) aveva come prime due firme quelle del deputato repubblicano Mike Castle e della democratica Diane DeGette, cosi' come il testo (S.471) al vaglio del Senato e' stato presentato dalla senatrice democratica Dianne Feinstein con il repubblicano Arlen Specter.

Pubblicato il 4/8/2005 alle 10.51 nella rubrica Laicità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web