Blog: http://iosonolaico.ilcannocchiale.it

Il Codice da Vinci all'Università!

LONDRA - Il Codice Da Vinci di Dan Brown diventa materia accademica: sulla scia del suo straordinario successo editoriale, il romanzo tradotto in 44 lingue che ha venduto oltre 17 milioni di copie in tutto il mondo, sara' oggetto di un corso universitario al prestigioso Trinity College di Dublino.

Il corso, che oltre ad analizzare gli innumerevoli simbolismi ed arcani contenuti nel libro, indaghera' sulla controversa affermazione secondo la quale Gesu' Cristo sposo' Maria Maddalena con la quale ebbe una figlia i cui discendenti sarebbero sopravvissuti fino ai giorni nostri, nasce da un'iniziativa del dipartimento di teologia del celebre ateneo irlandese.

Nigel Biggar, docente di religione e capo del dipartimento, ha spiegato che il bestseller e' stato scelto come materia d'insegnamento perche' confonde la realta' con la finzione. ''In tutti gli aereoporti in cui sono stato, ho visto persone che leggevano questo libro e non vi e' dubbio che solleva molti interrogativi sulla figura storica di Gesu'. Quello che mi ha intrigato e' come la gente fosse affascinata da quest'opera di narrativa e da tutti i misteri ed arcani che hanno caratterizzato i primordi della Cristianita''', ha spiegato al quotidiano britannico The Times anche Sean Freyne, emerito professore di teologia e docente del corso.

''E' la prima volta che c'imbarchiamo in qualcosa del genere e vogliamo che gli studenti terminino il corso con una migliore conoscenza del senso della Cristianita' e del modo in cui si e' diffusa''.

Intanto Edimburgo e' presa d'assalto da lettori appassionati dal romanzo di Dan Brown, che si recano a frotte a visitare la Cappella Rosslyn citata nel libro situata a Roslin, villaggio a 16 chilometri dalla citta' scozzese. Secondo il romanzo, questo piccolo gioiello dell'architettura del XV secolo, conterrebbe al suo interno indizi che svelano il mistero sull'ubicazione del Santo Graal.

'' Dieci anni fa i visitatori erano 9.000 all'anno. Due anni fa, 38.000. Lo scorso anno 68.000 e quest'anno raggiungeremo probabilmente i 100.000. Quando il film tratto dal libro uscira' a maggio, prevediamo che i visitaori balzeranno a 120.000'', ha dichiarato al Times Stuart Bettie, direttore della fondazione che gestisce la cappella.

Il prossimo mese, Hollywood spargera' una ventata di glamour sulla amena, ma tranquilla Roslin quando iniziera' per l'appunto le riprese del film tratto dal bestseller, che vede Tom Hanks e Audrey Tautou nella parte dei protagonisti. La febbre del Codice Da Vinci, che gia' da tempo impazza ad Edimburgo e dintorni, salira' cosi' alle stelle.

Il mese di agosto edimburghese e' gia' tutto all'insegna del romanzo culto di Dan Brown: al Fringe Festival vi sara' uno spettacolo ad esso ispirato di Mark Oxbrow e Simon Cox, autore quest'ultimo del libro 'I Segreti del Codice Da Vinci'; Andrew Sinclair, discendente del fondatore della enigmatica cappella, presentera' infine un libro che ne racconta gli arcani. Frattanto anche l'artista Douglas Gordon, vincitore di un Turner Prize, sta lavorando ad un'opera ispirata a Rosslyn.

da www.ansa.it

Pubblicato il 2/8/2005 alle 23.53 nella rubrica Culture and History.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web