Blog: http://iosonolaico.ilcannocchiale.it

Metal Metector a Firenze: parliamo di politica o di "fantaguerra"?

Interessante lancio delle agenzie d'informazione. In linea di massima, un'ora fa. E' stato deciso, da parte delle autorità competenti, di installare e mettere in funzione dei metal detector ai musei della galleria dell'accademia e di palazzo pitti.
Il tutto, ovviamente, per "prevenire" il terrorismo. Firenze, come forse accade sin dai tempi dei greci, è governata da una giunta di sinistra, o centrosinistra che dir si voglia (di fronte ai problemi della vita con 16-18 partiti politici con cui avere a che fare evitiamo almeno le discussione sul trattino sì/no).
La cosa non dovrebbe turbare più di tanto nessun essere umano. Chi non ha intenzione di farsi saltare in aria, entrerà nei musei in questione giusto due giri d'orologio in ritardo. Chi invece ha intenzione di farlo, sarà giustamente fermato.
Ovviamente, esiste un ma. Il ma sapete qual'è? E' il fatto che la libertà non la porteranno via a noi italiani, che siamo sempre così amanti/odianti i nostri concittadini. Il problema sarà per gli islamici con regolare permesso di soggiorno o comunque con una onestà volontà e anima.

Nella metro di Milano assisti ogni giorno a scene realmente drammatiche. Stranamente, certe
"signore", anche se hanno sudato un Pò intero e sono stanche manco avessero fatto la Liegi-Baston-Liegi, accanto al ragazzo islamico non si siedono quasi mai.
E' con queste signore che bisognerebbe lavorare. Per sconfiggere la xenofobia, fenomeno ancora più spregevole e disgraziato del "puro razzismo".

E nel frattempo, chiudere i Centri (lager) creati grazie/per colpa della Bossi-Fini. Dove gli immigrati che arrivano in Italia, magari scappando da una bomba che li insegue o con i crampi per la fame, vengono trattati come bestie. Bestie venute da lontano, per giunta.
Ricordiamoci, noi tutti italiani, che anche noi siamo esseri umani come loro e che, allorchè si recavano spesso e volentieri nelle Americhe per scappare dalla fame, i nostri nonni non venivano presi a bastonate, insulti o rinchiusi in dei lager.
Ci sarebbe davvero bisogno di una bella bacchetta magica per risolvere TUTTI i problemi del paese. Ma nel frattempo, in attesa del miracolo o simile, abbandoniamo definitivamente "la clava" leghista e aiutiamo, dando lavoro o semplicemente non guardandoli storto, quelli che vengono da noi solo per sopravvivere e non hanno nulla a che fare con Osama, Al Zarkawi. E neanche con Tony e George W.

Pubblicato il 30/7/2005 alle 17.37 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web